martedì 4 marzo 2008

FABRIZIO BOSSO FAN CLUB

BENVENUTI NEL FAN CLUB UFFICIALE DI FABRIZIO BOSSO, QUI TROVERETE LE RECENSIONI DEGLI ULTIMI CD, FOTO, NEWS E TANTO ALTRO ANCORA


 DATE DEI CONCERTI DI FABRIZIO NEL MESE DI APRILE
 
mar 1 - Rosario Bonaccorso, Fabrizio Bosso, Roberto Taufic " In Mezzo c'è solo il mare" - Verona - Cantine dell'Arena
mer 2 - Fabrizio Bosso e Daniele Cordisco - Roma -  Hall del Policlinico Gemelli - h 17
gio 3 - Fabrizio Bosso guest Urban Fabula - Milazzo (ME) - Epic Jazz Club
ven 4 - Fabrizio Bosso guest Urban Fabula - Catania - Brass Jazz Club
sab 5 - Fabrizio Bosso guest Urban Fabula - Catania - Brass Jazz Club
dom 6 (mattina) - Fabrizio Bosso & Seby Burgio - Palermo - Palazzo De Gregorio - h 11
dom 6 (sera) - Fabrizio Bosso guest Urban Fabula - Siracusa - Salone Carabelli (ex cinema Lux)
mar 8 - Fabrizio Bosso & Ochestra Jazz della Sardegna - Sassari - Teatro Verdi
ven 11 - Fabrizio Bosso "Spiritual Trio" - Carpi (MO) - Teatro Comunale
mer 16 - Tributo a Woody Shaw - Bologna - Bravo Caffè
gio 17 - Fabrizio Bosso & Michele Polga - Conegliano (TV) - Auditorium Dina Orsi
ven 18 - Fabrizio Bosso guest Fabio Concato - Bari - Teatro Petruzzelli 
sab 19 - Seminario e concerto - Firenze -  Caffè Letterario Porto di Mare
dom 20 - Fabrizio Bosso meets Mianulli Cool Jazz Orchestra - Viterbo - Teatro San Leonardo
mer 23 - Tributo a Woody Shaw - Ferrara - Torrione 
gio 24 - Fabrizio Bosso & Javier Girotto "LAtin Mood" - Russi (RA) - Teatro Comunale

PER LA DISCOGRAFIA COMPLETA CLICCA QUI

PURPLE


Purple è il nuovo cd di Fabrizio Bosso, pubblicato per la prestigiosa etichetta Verve/Universal. il nuovo album, inciso con lo Spiritual Trio (composto da Bosso, dal pianista e organista Alberto Marsico e dal batterista Alessandro Minetto), è il secondo album di questa formazione la cui matrice, ancora una volta, è l’omaggio alla musica nera, declinata nella sua variante Gospel e Spiritual. Nel solco di questa tradizione, la tromba di Bosso innalza la sua voce in uno spazio colmo di pathos.
Il primo album del trio, Spiritual (2011), affrontava un repertorio radicato nella tradizione popolare nera. Due anni e più di concerti hanno dimostrato a Fabrizio Bosso, Alberto Marsico e Alessandro Minetto, che l’idea di interpretare quei canti nel loro modo così personale e intenso fosse la strada da percorrere. In questo secondo album hanno dunque scelto di esplorare ulteriormente quel mondo alla ricerca di un repertorio – tanto tradizionale che moderno – in cui potersi esprimere al meglio.
Una sintesi del tutto personale degli Spirituals è contenuta all’interno di questa seconda opera: dall’emozionante versione di A Change Is Gonna Come di Sam Cooke, al capolavoro di Donnie McClurkin, Purple, che dà il titolo all’album, al  gioioso A Little 3/4 for God & Co. di Les McCann; per chiudere ancora con Total Praise di Richard Smallwoood. Ci sono anche due brani originali: il frizzante Whisy Washy di Alberto Marsico e Dreams Come True, una melodia lieve e sognante composta da Fabrizio Bosso. Si deve invece ad Alessandro Minetto la rilettura di uno dei grandi classici della tradizione: Go Down Moses.
Al disco hanno collaborato il M° Stefano Fonzi, che ha arrangiato gli archi di A Change Is Gonna Come, splendidamente eseguiti da I Solisti Aquilani, e il The Sunshine Gospel Choir.
 
 
 
THE GOLDEN CIRCLE
 

Nel 1965 al Golden Circle, locale jazz di Stoccolma, Ornette Coleman – dopo una lunga assenza dalle scene - registra un doppio album live dalle sonorità e timbriche innovative. Da questo live leggendario prendono spunto quattro grandi jazzisti Italiani: Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Enzo Pietropaoli e Marcello Di Leonardo. Formano un "cerchio d'oro" immaginario, dove racchiudono le loro esperienze, abbandonano per una volta i panni di leader e mettono al servizio di una band vera e propria tutta la loro grandezza di interpreti e compositori. Non si tratta solo di un tributo ad Ornette Coleman ed alla sua musica, ancora oggi inaspettatamente "moderna" dopo 50 anni, ma più un pretesto per provare ad avvicinarsi a quello che Coleman chiamava "The New Thing".
Oltre a brani celebri di Coleman (come Congeniality o Jayne dedicata alla moglie, la poetessa Jayne Cortez) il cd è arricchito da 3 brani originali composti per l'occasione ed i musicisti sembrano dirci quello che ripeteva sempre Coleman: This is our music. The Golden Circle è una produzione Jando Music|Via Veneto Jazz

 

 
 
ENCHANTMENT
Questo è l’atteso e  incredibile progetto del trombettista torinese,  inciso a Londra nei prestigiosi Air Studios di Abbey Road (gli stessi dove hanno inciso i Beatles). Fabrizio Bosso rende così omaggio al compositore italiano a cento anni dalla sua nascita (3 dicembre 1911), con musiche contenute nel progetto Enchantment. “Ho voluto portare la musica di Nino Rota verso il mio mondo – racconta Bosso in una recente intervista all’Ansa – Ho conosciuto il maestro Stefano Fonzi e abbiamo lavorato assieme per 5-6 mesi. Bisognava soprattutto sistemare la parte jazz”. L’incontro con London Symphony e’ avvenuto immediatamente a seguito di una richiesta via mail di Fonzi. “Hanno visto alcune mie esibizioni su Youtube e dopo due ore ci hanno risposto di sì. Sono dei grandi professionisti, già abituati a lavorare in una chiave più pop con musicisti come Sting e Peter Gabriel, che hanno preso a cuore il progetto. Un giorno – racconta il trombettista sempre all’Ansa – abbiamo finito di registrare prima e abbiamo detto che erano liberi, potevano andar via. Ma loro hanno iniziato a rumoreggiare con le bacchette, volevano continuare a suonare.” Rivivono così alcune delle più belle opere di Nino Rota, richiesto e adorato compositore di musiche da film per il cinema del dopoguerra: da Otto e mezzo ad Amarcord, La Strada, composte per Federico Fellini, ma anche Il Padrino composto per Francis Ford Coppola e Il Gattopardo per Luchino Visconti. Ad impreziosire maggiormente l’opera, una brano rarissimo composto da Rota, Ragazzo di Borgata, edito dalla casa discografica Cam nel 1976 solo su 45 giri. Il brano e’ stato concesso dalla Sugar che ne detiene i diritti. Fonzi è protagonista degli arrangiamenti e dell’unica composizione originale contenuta nella registrazione che prende il titolo dal nome del progetto, Enchantment. Nel disco sono presenti anche Claudio Filippini al pianoforte, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Lorenzo Tucci alla batteria.

BIOGRAFIA - TIME LINE
 
1978 - Fabrizio Bosso inizia a suonare la tromba all'età di 5 anni.
1989 - Consegue il diploma all'età di 15 anni, presso il conservatorio G. Verdi di Torino.
1998 - Viene chiamato per quattro concerti nel tour italiano della Canergie Hall Orchestra diretta da  John Faddis.
1999 - E' premiato come “Miglior Nuovo Talento” del jazz italiano nel referendum della rivista Musica Jazz.
2000 - Esce il suo primo disco "Fast Flight" in quintetto con Rosario Giuliani pubblicato per la RED RECORDS.
2002 - VIA VENETO JAZZ pubblica il primo disco degli High Five Quintet "Jazz for More"
- Prima apparizione sul palco dell'Ariston per il Festival di Sanremo, al fianco di Sergio Cammariere.
2004 - Partecipa ad alcune date del tour europeo della Liberation Orchestra di     Charlie Haden con gli arrangiamenti e la partecipazione di Carla Bley.
2005 - Partecipa alla creazione di "Uomini in Frac", progetto dedicato alle canzoni di            Domenico Modugno. Con lui Peppe Servillo, Furio di Castri, ma anche Javier Girotto e Rita Marcotulli.
2006 - con gli High Five Quintet realizza l'album "Handful Of Soul" che consacra al      successo Mario Biondi.
- In occasione del Brianza Open Jazz Festval nasce il Latin Mood, sestetto  del quale è co-leader con Javier Girotto. Vi partecipano Natalio Mangalavite, Luca Bulgarelli, Lorenzo Tucci e Bruno Marcozzi.
2007 - Esordio discografico presso BLUE NOTE / EMI ITALIA con “You’ve Changed” in      quartetto e archi con gli arrangiamenti di Paolo Silvestri.
2008 - Esce con BLUE NOTE / EMI ITALIA di "Five Four Fun" con l'High Five Quintet.
- Pubblica, sempre con BLUE NOTE/EMI “Sol!”, il primo disco con i Latin        Mood.
- Per la prima volta, con gli High Five Quintet, suona al Blue Note di Tokyo, e    in quella occasione registra il disco Live For Fun, pubblicato dalla EMI JAPAN.
2009 - Vince il TOP JAZZ come miglior disco dell'anno con "Stunt", in duo con Antonello Salis, pubblicato per la PARCO DELLA MUSICA RECORDS

 - Pubblica per BLUE NOTE /EMI "Split Kick" con gli High Five
- Ancora al Festival di Sanremo, al fianco dell'esordiente Simona Molinari.
2010 - Partecipa al progetto di Aldo Romano "Complete Communion", pubblicato con Dreyfus
- Pubblica "Spiritual" in trio con Alberto Marsico e Alessandro Minetto
- Realizza con PONY CANYON, per il mercato giapponese, il CD           "Libero" in      quartetto e la partecipazione di Roberto Cecchetto.
- Ancora Top Jazz 2010 come miglior trombettista.
- Torna al Festival di Sanremo, al fianco di Raphael Gualazzi.
2011 - Registra a Londra, agli Air Studios, "Fabrizio Bosso plays Enchantment –            L'Incantesimo di Nino Rota" con la London Symphony Orchestra, Claudio Filippini. Rosario Bonaccorso e Lorenzo Tucci e con gli arragiamenti e la         direzione del M° Stefano     Fonzi , pubblicato da Schema Record.
- Partecipa alla nuova produzione " Memorie di Adriano", tributo alla musica di   Adriano Celentano, sempre con Servillo, Di Castri, Girotto e la Marcotulli.
2012 - Festival di Sanremo, come special guest di Nina Zilli.
- E' ospite speciale su Canale 5 della trasmissione "Panariello non esiste", si  esibisce con James Taylor, Massimo Ranieri, Rocco Papaleo e Renato Zero.
- Pubblica con Schema Records il secondo disco con i Latin Mood "Vamos"
- Esegue in diretta su RAI 3 la sigla dell'ultima puntata della stagione della  trasmissione Ballarò.
- Umbria Jazz lo chiama per eseguire le partiture di Gil Evans "Miles Ahead" "Quiet Nights" con la Eastman Jazz Orchestra diretta da Ryan Truesdell.
- Rappresenta l'Italia con Antonello Salis al Santiago Jazz festival
- Pubblica per ABEAT l'album "Face to Face" in duo con Luciano Biondini.
2013 - Festival di Sanremo nuovamente al fianco di Raphael Gualazzi.
- condivide il palco con Gabriele Cassone per un repertorio "tra il Barocco e il Jazz" eseguito con l'Orchestra della Magna Grecia con gli arrangiamenti del    M° Stefano Fonzi"
 - Da vita a "WE LOVE YOU - Jazz'n soul" - dedicato ai grandi interpreti della Soul Music. Chiama accanto a sè Nina Zilli e la band composta da Julian Oliver Mazzariello, Egidio Marchitelli, Marco Siniscalco, Emanuele Smimmo. Il tour avrà inizio il 15 maggio per concludersi il 5 ottobre.
 -A fine maggio tiene tre concerti a Tokyo con il suo Enchantment Quartet e a fine giugno suona a Buenos Aires con i Latin Mood.
- in settembre è ospite d'onore della star britannica Ian Shaw sul palco del Ronnie Scott's di Londra, registrando il sold out e grande apprezzamento da  parte del pubblico del famosissimo Club londinese.
- il 31 Ottobre, in occasione del Roma Jazz Festival, condivide il palco dell'Auditorium Parco Della Musica con Massimo Popolizio e Julian Oliver Mazzariello, per la prima dello spettacolo "SHADOWS - le memorie perdute di Chet Baker".
- il 17 novembre a Torino un grande evento organizzato dal Moncalieri Jazz Festival per celebrare il suo 40esimo compleanno. All'Auditorium della RAI viene eseguito Enchantment, l'incantesimo di Nino Rota, con l'orchestra  sinfonica nazionale della RAI e, nella seconda parte della serata si avvicendano sul palco tutti gli artisti che hanno accompagnato Fabrizio negli anni della sua  carriera, da Lorenzo Tucci e Rosario Bonaccorso a Raphael Gualazzi, da Julian Mazzariello o Rosario Giuliani a Nina Zilli, da Alessandro Minetto e Alberto  Marsico a Mario Biondi.
- il 26 novembre esce PURPLE, il secondo lavoro discografico dello Spiritual Trio, con Alberto Marsico e Alessandro Minetto. Il disco esce per la Verve (Universal) e viene promosso in un lungo tour che attraversa l'Italia per culminare nei 4 concerti a Umbria Jazz Winter.
2014 - L'anno comincia con una trasferta dall'altra parte del mondo, a Jakarta, dove        Fabrizio tiene un concerto in duo con Julian Oliver Mazzariello. Prosegue con la nascita del nuovo quartetto, composto da Mazzariello al pianoforte, Luca   Alemanno al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Con questa nuova formazione Fabrizio si dedica completamente alla sua musica.